I viaggiatori da e verso il Ticino e l'Italia devono calcolare una durata di viaggio maggiore. I passeggeri da Basilea, Olten (SO), Aarau e Berna vengono deviati sull'asse del Sempione (VS/I). I viaggiatori da Zurigo e Lucerna circolano regolarmente sino a Flüelen (UR), da dove proseguono con un servizio di autobus fino a Göschenen (UR). I tempi di viaggio si allungano di un'ora. Le FFS hanno attivato la hotline gratuita 0800 99 66 33. Il traffico merci è stato fermato e deviato.
Il sistema di monitoraggio dell'area ha funzionato bene, indicano le FFS in un comunicato diffuso questa sera. Dal pendio nei pressi di Gurtnellen si sono staccati circa 150 metri cubi di materiale, una parte del quale ha invaso i binari. Al momento della caduta non vi erano treni in transito e, stando alle attuali informazioni, non vi sono persone coinvolte. Un allarme è partito immediatamente dai sensori installati lungo il pendio, bloccando di conseguenza il traffico ferroviario.
Nella mattinata di domani i geologi faranno una prima valutazione dei danni, ma le FFS ritengono che l'interruzione dovrebbe durare alcuni giorni. Al momento non è ancora possibile valutare l'esatta entità dei danni all'infrastruttura ferroviaria.
La linea del San Gottardo era già rimasta chiusa un mese tra giugno e luglio. In quell'occasione un operaio era stato travolto e ucciso dal materiale caduto a valle. L'uomo stava lavorando per rimettere in sesto la parete rocciosa dopo una precedente frana, avvenuta in marzo.
(ats)