martedì 27 novembre 2012

Tanta neve: precipitazioni anche oltre il metro sulle Alpi Marittime e sull'Ossola

http://torino.repubblica.it/cronaca/2012/11/27/news/tanta_neve_e_poi_il_freddo_ma_in_pianura_solo_pioggia-47513234/


27 novembre 2012 * Repubblica Torino / Cronaca

VALENTINA ACORDON

Tanta neve e poi il freddo ma in pianura solo pioggia

Temperature decisamente invernali, in montagna ma anche alle quote più basse, per i prossimi quindici giorni. Precipitazioni anche oltre il metro sulle Alpi Marittime e sull'Ossola. Il sole tornerà venerdì

Gli appassionati di sci e sport invernali non potevano chiedere di meglio: 48 ore di forti nevicate in montagna, seguite dal freddo e poi, forse, da ancora un po’ di neve. L’ideale, dopo le nevicate di inizio novembre, per garantire un ottimo innevamento a inizio stagione anche perché le previsioni a lungo termine mostrano un clima abbastanza freddo almeno per i prossimi quindici giorni e sembra così scongiurato il ritorno di temperature troppo elevate che negli ultimi anni erano riuscite a vanificare in breve tempo nevicate anche abbondanti. La perturbazione attiva tra oggi e domani non porterà però la neve a bassa quota. Le correnti miti e umide di scirocco garantiranno infatti precipitazioni abbondanti, ma il limite delle nevicate si manterrà oltre i 13001500 metri e solo domani pomeriggio, a fine evento, la neve potrà scendere fino a 1000 metri con le ultime sfiocchettate sugli 800900 metri nella notte tra mercoledì e giovedì. In alta montagna, però, la grande nevicata è assicurata: oltre i 2000 metri è atteso ben più di un metro di neve sulle Alpi Marittime e sull’Ossola, 80100 cm tra il Biellese e la Valle d’Aosta orientale, 5070 cm sull’Alta Valle di Susa, mentre le precipitazioni saranno decisamente più deboli sulla zona del Monte Bianco.

Più difficile la stima degli accumuli a 1500 metri perché la quota neve è incerta e soggetta a effetti locali dovuti all’intensità delle precipitazioni che in alcune vallate
potrebbero far scendere il limite delle nevicate fino a 11001200 metri, mantenendolo a quote ben più elevate altrove. Solo pioggia invece in pianura, anche molto intensa tra il Biellese, il Novarese, il Verbano e tra Astigiano e Alessandrino, soprattutto sulle zone appenniniche, mentre sul Torinese le piogge diventeranno più intense domani pomeriggio.

Giovedì entreranno correnti più fredde e asciutte dal nordEuropa che favoriranno ampie schiarite in giornata, ma il clima si farà più rigido e venerdì mattina le minime potranno scendere vicino a zero anche in pianura con gelo intenso in montagna e nei fondovalle oltre i 1000 metri. Dopo una parentesi abbastanza soleggiata venerdì, nel fine settimana potrebbe giungere una nuova perturbazione. Al momento gli effetti paiono modesti con possibili deboli precipitazioni sul Piemonte meridionale, ma sul Cuneese potrebbe cadere un po’ di neve anche a quote di bassa collina.

Nessun commento:

Posta un commento