mercoledì 10 ottobre 2012

I rifugi alpini del Verbano-Cusio-Ossola: una lettura sistemica della ricettività in alta quota

http://freebook.edizioniambiente.it/libro/64/I_rifugi_alpini_del_VerbanoCusioOssola_verso_un_turismo_sostenibile

Anteprima nuovo testo sul tema della Sostenibilità e Turismo sostenibile:

I rifugi alpini del Verbano-Cusio-Ossola verso un turismo sostenibile
Una lettura sistemica della ricettività in alta quota

di Riccardo Beltramo, Stefano Duglio - Edizioni Ambiente 2012 - pagine 926

Il Progetto V.E.T.T.A. (Valorizzazione delle Esperienze e dei prodotti Turistici Transfrontalieri delle medie e Alte quote) si inserisce nel Programma di Cooperazione Transfrontaliera Italia-Svizzera 2007-2013 e ha come capofila la Regione Piemonte, Assessorato Ambiente. Considerato strategico dalla Regione stessa, V.E.T.T.A. si pone il macro-obiettivo di identificare e valorizzare un approccio turistico sostenibile del territorio alpino nell’area oggetto dell’intervento, potenziando i circuiti escursionistici transfrontalieri già esistenti e qualificando le strutture a supporto dell’attività di trekking, nello specifico i rifugi alpini, lavorando a livello di filiera turistica di valle. Il volume presenta le azioni compiute dal Dipartimento di Scienze Merceologiche dell’Università di Torino nel Verbano-Cusio-Ossola, nel versante piemontese dell’area pilota, che si sono sostanziate nella predisposizione di un modello di analisi e di gestione e aggiornamento dei dati che ha permesso di ottenere un quadro aggiornato ed esaustivo della ricettività turistica d’alta quota legata alla figura del rifugio alpino. Il volume, quindi, contiene la metodologia utilizzata e i risultati di sintesi (Capitolo 1), nonché il modello di gestione delle informazioni, attraverso la progettazione di un database la cui architettura è descritta nel Capitolo 2, e, infine, le schede elaborate per i 40 rifugi oggetto di indagine, pari al 100% delle “strutture ricettive alle medie e alte quote” di questo territorio. Grazie all’azione compiuta è stata possibile l’individuazione di standard innovativi di accoglienza e ospitalità specifici per i rifugi, che ha portato alla creazione di una Carta di Qualità successivamente confluita nel Marchio Q Ospitalità Italiana per rifugi alpini ed escursionistici dell’Istituto Nazionale per le Ricerche Turistiche delle Camere di Commercio italiane (ISNART).

Il testo sarà disponibile in FreeBook Ambiente dal 10 ottobre 2012

Sommario

Prefazione
Nota Metodologica                                                            

Capitolo 1. Inquadramento gestionale e tecnologico     
Capitolo 2. Il database e l’applicazione software
Capitolo 3. Inquadramento di sintesi per valle  
                                 
Valle Antigorio-Devero
Rifugio Castiglioni
Rifugio Monte Zeus
Rifugio Zum Gora
Rifugio Sesto Calende (non gestito)
Valle Antrona
Rifugio Alpe la Colma
Rifugio Andolla
Rifugio Città di Novara
Valle Anzasca
Rifugio Oberto-Maroli
Rifugio Wengwald Hutte
Rifugio Zamboni-Zappa
Rifugio CAI Saronno (non gestito)
Val Bognanco
Rifugio Alpe il Laghetto
Rifugio Gattascosa
Rifugio Il Dosso
Rifugio San Bernardo

Val Divedro
Rifugio Città di Arona
Rifugio Crosta
Valle Formazza
Rifugio 3A
Rifugio Bimse
Rifugio Città di Busto
Rifugio Claudio e Bruno
Rifugio Margaroli
Rifugio Maria Luisa
Rifugio Miryam
Rifugio Mores
Rifugio Somma Lombardo
Val Grande
Rifugio Fantoli
Rifugio Parpinasca
Rifugio Pian Cavallone
Val Vigezzo
Rifugio Blitz
Rifugio Nigritella
Rifugio Stria Rusa dal Blitz
Rifugio Al Cedo (non gestito)
Rifugio Bonasson (non gestito)
Rifugio Regi Forno (non gestito)
Rifugio Greppi (non gestito)
Altre località Baita Omegna
Rifugio Brusa-Perona
Rifugio Cà Bianca del Minatore (non gestito)
Rifugio Monte Vecchio (non gestito)  
Conclusioni
Bibliografia

Nessun commento:

Posta un commento