sabato 8 settembre 2012

Provincia, è allarme dipendenti: la cancellazione della Provincia del Verbano Cusio Ossola, voluta dal governo Monti e approvata dal parlamento, porterà a una possibile diminuzione dei dipendenti che oggi lavorano negli uffici provinciali

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/16953/

08.09.2012 - VERBANIA

RENATO BALDUCCI

Provincia, è allarme dipendenti

I sindacati: "Siamo nel caos, non è da escludere il rischio esuberi"

Duecentodieci persone con il fiato sospeso per via di un futuro occupazionale per nulla certo. La cancellazione della Provincia del Verbano Cusio Ossola, voluta dal governo Monti e approvata dal parlamento, porterà a una possibile diminuzione dei dipendenti che oggi lavorano negli uffici provinciali di Tecnoparco e in quelli decentrati sul territorio. Una situazione d’incertezza: alcuni lavoratori hanno già chiesto, e ottenuto, la mobilità verso altri enti locali.

«Sul riordino delle province siamo nel caos. Il vero problema riguarda il mantenimento dei posti di lavoro e la sopravvivenza dei servizi destinati ai cittadini» spiega Luca Quagliotti della Cgil Funzione Pubblica regionale. Si chiede: «Dove finirà il personale ? Chi gestirà i servizi affidati alle province? Impossibile pensare di darli ai comuni». Luca Caretti, segretario provinciale della Cisl, aggiunge: «Abbiamo posto più volte il problema della riorganizzazione: la struttura del nuovo ente non è ancora stata definita e non si sa quali servizi faranno capo alla futura provincia. Non è da escludere possano esserci degli esuberi».







Nessun commento:

Posta un commento