giovedì 6 settembre 2012

Cala traffico transalpino in Svizzera, per due fattori: interruzione linea ferroviaria Gottardo, e crisi economica

http://www.trasportoeuropa.it/index.php/home/archvio/18-intermodalita/7601-cala-traffico-transalpino-in-svizzera


Giovedì 06 Settembre 2012, 06:05

Cala traffico transalpino in Svizzera

Nel primo semestre del 2012, i transito di treni merci e di camion attraverso la Svizzera ha subito una flessione del 6,5% per due fattori: l'interruzione della linea ferroviaria del Gottardo e la crisi economica. Diminuiscono sia la ferrovia, sia la strada.
Le rilevazioni dell'Ufficio Federale dei Trasporti mostrano che il trasporto ferroviario di merci in transito transalpino dalla Svizzera ha subito nel primo semestre del 2012 un calo dell'8,2%, portando la quota del treno dal 64,1% al 63%. Una causa è sicuramente l'interruzione della linea del San Gottardo a causa della frana di Gurtnellen. Ma anche senza questo evento, precisa l'UFT svizzero, la rotaia avrebbe comunque registrato una flessione significativa: "Senza tale chiusura, e supponendo che in giugno il traffico merci su rotaia avrebbe seguito la stessa evoluzione registrata da gennaio a maggio 2012, nel primo semestre la riduzione sarebbe stata del 5 e non dell'8,2 per cento", spiega l'ente. Infatti, una parte rilevante dei convogli normalmente in transito dal Gottardo è stato deviato sull'asse, anch'esso svizzero, del Lötschberg-Sempione, che nelle giornate di punta ha toccato i 25 treni supplementari. Inoltre, il 10-20% del trasporto merci è stato dirottato su corridoi merci ferroviari esteri, soprattutto sul Brennero. "La quota dei trasporti ferroviari trattenuti a causa della chiusura del San Gottardo risulta molto limitata; in luglio non si sono notati effetti riconducibili allo smaltimento di trasporti pendenti".
Nel primo semestre del 2012 è diminuito anche il transito in Svizzera dei veicoli industriali: l'UFT ha registrato 628mila transiti, con un calo del tre percento. In questo caso, l'autotrasporto ha beneficiato della chiusura della linea ferroviaria del Gottardo, perché senza tale evento la flessione sarebbe stata del 5%. In concreto, durante l'interruzione della ferrovia sono passati in Svizzera circa 13mila camion in più, con una media di 540 al giorno. "La tendenza negativa nel trasporto su strada è dovuta principalmente alle difficoltà economiche in cui versa l'Europa, in particolare l'Italia", spiega l'Ufficio federale del Trasporto.
Complessivamente, nel primo semestre 2012 le merci trasportate su strada o per ferrovia attraverso le Alpi svizzere sono state pari a 19,6 milioni di tonnellate. La chiusura del San Gottardo ha provocato, secondo una stima di massima, una riduzione di circa 260mila tonnellate. In termini percentuali, il calo complessivo è stato del 6,5% e se non ci fosse stata l'interruzione del Gottardo, tale valore sarebbe del 5,3%.

Nessun commento:

Posta un commento