domenica 30 settembre 2012

Crevoladossola, il Consiglio dice addio all'Unione dei comuni di Antigorio Divedro Formazza

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/18876/

30.09.2012 - CREVOLADOSSOLA

RENATO BALDUCCI

Crevoladossola, il Consiglio dice addio all'Unione dei comuni
Al terzo tentativo il punto è passato con i soli voti di Pd e lista civica

Ci sono volute tre votazioni ma alla fine l’amministrazione comunale di Crevoladossola ha detto addio all’Unione dei Comuni di Antigorio Divedro Formazza. L’ultimo voto è arrivato nel Consiglio comunale di venerdì sera dove è riapparsa anche la Lega nord, che con Germano Bendotti e Adriano Rinaldi si è astenuta durante la votazione per il recesso dall’Unione. Passato con i nove voti della maggioranza (Lega esclusa), contro si sono espressi i tre consiglieri di opposizione.

sabato 29 settembre 2012

Provvisoriamente chiuso Passo del Sempione per Camion in fiamme in territorio svizzero, localita' Gondo

http://torino.repubblica.it/dettaglio-news/18:00-18:00/4231916

29 settembre 2012 ore 18.02 - Le ultime notizie

Viabilita': tir in fiamme, provvisoriamente chiuso Passo del Sempione

Roma, 29 set. - (Adnkronos) - L'Anas comunica che in Piemonte sulla strada statale 33 "Del Sempione" e' provvisoriamente chiuso il Passo del Sempione al km 144,430 in entrambe le direzioni di marcia, a causa di un mezzo pesante in fiamme in territorio svizzero (localita' Gondo). L'evoluzione della situazione in tempo reale e' consultabile attraverso il sito http://www.stradeanas.it/traffico oppure con l'applicazione 'VAI', disponibile gratuitamente per Android, iPad e iPhone http://www.stradeanas.it/vaiapp. L'Anas invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, a informarsi sulla situazione metereologica, ricordando che l'informazione sulla viabilita' e sul traffico di rilevanza nazionale e' assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it, il numero unico ''Pronto Anas'' 841.148 e la web tv di Anas www.stradeanas.tv.

venerdì 28 settembre 2012

Agricoltura ossolana protagonista: prodotti tipici Ossolani protagonisti alla rassegna Fruttidoro in località Tensa


http://www.ossolanews.it/ultime/index.php?option=com_content&view=article&id=6379

28-09-2012 - DOMODOSSOLA

Prodotti tipici Ossolani protagonisti alla Tensa

L’agricoltura Ossolana protagonista alla Tensa. Si chiama ‘Fruttidoro’ la rassegna ospitata in località Tensa, a Vallesone, sia sabato e domenica che il weekend successivo. Domani il via con gli incontri culturali e gastronomici dedicati alla viticoltura e all’enologia. Alle 15,30 la mostra ‘pomologica e dei frutti dimenticati’,  alle 16 una dimostrazione viticola con l’esperto Michele Vigasio. Alle 17 saranno presentati e offerti al pubblico per l’assaggio i vini ossolani Terrazzi antichi e Prunent del 2009, seguiti dalla degustazione di prosciutto vigezzino. Domenica alle 9,30 aprirà la mostra-mercato delle eccellenze agricole, con i produttori di diverse tipicità ossolane, dal pane alle erbe officinali. Alle 11 gli chef del Formont proporranno una degustazione di piatti locali, mentre alle 12 sarà servito il pranzo all’osteria della Tensa, che precede, alle 14,30, i laboratori di produzione di sidro e succhi di frutta. Alle 15,30 gli alunni del Formont continueranno con la dimostrazione di cucina di piatti ossolani, accompagnati dalle note della ‘Dixie Quarna band’.

giovedì 27 settembre 2012

Forti temporali su Alpi e Prealpi centro-orientali

http://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/forti-temporali-su-alpi--prealpi-e-triveneto--stabile-e-mite-al-centro-sud-59428

27 settembre 2012 ore 08:30 - cronaca italia

a cura di Alex Guarini

Forti temporali su Alpi, Prealpi e Triveneto, stabile e mite al Centro-Sud
Violenti temporali nella notte su Alpi e Prealpi centro-orientali 

Nel corso delle ultime ore, un flusso di correnti umide e miti meridionali ha continuato ad attraversare l’Italia, innescato da una vasta circolazione depressionaria in spostamento dal Mare del Nord alla Danimarca, responsabile di nuvolosità e precipitazioni sui settori dello Stivale sopravento, in particolare su Liguria, nord Appennino, Alpi, Prealpi ma anche sulle regioni di Nord-Est. L'ingresso di masse d'aria più fresca in quota dai quadranti settentrionali, ha innescato intensi focolai temporaleschi che dalla mezzanotte hanno prodotto accumuli pluviometrici fino 60-70 mm tra Val d'Ossola, Canton Ticino e Valchiavenna, che sommati ai fenomeni di ieri fanno salire il bilancio a ben 120 mm. 
Con lo spostamento del fronte verso Est, gradualitemporanee schiarite si sono poi estese dal Nord-Ovest al varesotto, mentre temporali anche forti hanno puntato Trentino-Alto Adige, Veneto e Friuli. Nel frattempo sul resto d’Italia, sempre sotto la protezione dell’alta pressione nord africana, ha continuato a prevalere il bel tempo con clima mite, soprattutto al Sud. Innocue velature più spesse sulla Toscana, hanno interessato anche Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Ovest Sicilia, parte della Sardegna e del Sud-Est, ma senza conseguenze.

Le temperature minime al Nord sono risultate comprese tra i 12°C di Torino ed i 24°C di Rimini, al Centro e Sardegna tra i 17°C di Pescara ed i 22°C di Roma e Firenze, mentre al Sud tra i 19°C di Lecce ed i 26°C di Palermo.

FRUTTIDORO: rassegna Ossolana dell'agricoltura e della trasformazione dei prodotti agricoli

http://www.distrettolaghi.it/eventi/domodossola-fruttidoro-rassegna-ossolana-dellagricoltura

trovato in data 27/09/2012

29 e 30 settembre - Domodossola
"FRUTTIDORO": RASSEGNA OSSOLANA DELL'AGRICOLTURA E DELLA TRASFORMAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI
presso Località Tensa


29 e 30 settembre - Domodossola
"FRUTTIDORO": RASSEGNA OSSOLANA DELL'AGRICOLTURA E DELLA TRASFORMAZIONE DEI PRODOTTI AGRICOLI
presso Località Tensa
Programma:
Sabato 29
VITICOLTURA ED ENOLOGIA IN OSSOLA
Domenica 30
QUALITA' DELLE PRODUZIONI LOCALI:
La base di una buona cucina di un territorio
ORGANIZZATORE: Comunità Montana Valle Ossola, Comune Domodossola, Società Agricola Tensa, Ass. Prod. Agr. Ossolani

mercoledì 26 settembre 2012

La Val d’Ossola è facilmente raggiungibile da tutta la Svizzera grazie a veloci e moderni collegamenti ferroviari attraverso il tunnel del Loetchberg e del Sempione


http://www.oknovara.it/news/?p=62079

26 SET 2012

Valentina Sarmenghi

Turismo: educational tour in Val d’Ossola per otto giornalisti stranieri

VAL D’OSSOLA – Otto giornalisti della stampa svizzera e tedesca sono stati ospiti la scorsa settimana del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli per un educational tour, realizzato in collaborazione con la Regione Piemonte, Ceip, Comunità Montana Valle Ossola, amministrazioni locali e pro loco. Un tour fortemente voluto dal Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli per promuovere sul mercato di prossimità svizzero l’area della Val d’Ossola, offrendo ai giornalisti una panoramica della vasta offerta turistica, fruibile sia in estate che in inverno.
“La Val d’Ossola è facilmente raggiungibile da tutta la Svizzera grazie a veloci e moderni collegamenti ferroviari attraverso il tunnel del Loetchberg e del Sempione, che consentono di viaggiare da Berna a Domodossola in poco più di due ore, oppure in aereo da tutta Europa atterrando all’aeroporto di Milano Malpensa, distante poco più di 45 minuti d’auto – commenta il presidente del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli Antonio Longo Dorni – per questo motivo riteniamo, anche in un momento in cui i turisti d’Europa, causa la crisi, preferiscono raggiungere mete vicine, che i due mercati su cui ci siamo concentrati possano portare nuovi e significativi risultati in termini di presenze”.
All’educational tour hanno partecipato otto rappresentanti delle più importanti testate svizzere e tedesche. Per la Germania erano presenti la casa editrice Baedeker Verlag (la più importante casa editrice tedesca di guide turistiche, già utilizzata dagli intellettuali e dai letterati tedeschi durante il loro “viaggio in Italia” ell’epoca del Grand Tour ottocentesco), le Case editrici Dumont Verlag (l’altra importante casa editrice tedesca di guide turistiche), Marco Polo Verlag, la rivista femminile Brigitte, “Schoene Bergtouren” – Das Bergsportportal/The Mountaineering Web Portal (portale tedesco dedicato ai tour in montagna), “Outdoor Ticker” – Outdoor Angebote & Aktionen (portale tedesco dedicato alle attività fuori porta), “Welt des Wintersports” – Das Wintersportportal (portale tedesco dedicato agli sport invernali), “Schoene Wanderungen” (portale tedesco dedicato alle passeggiate/escursioni in montagna), “Freizeit & Reisen” (importante portale tedesco dedicato al tema del tempo libero e dei viaggi con storie di viaggio nel mondo, in regioni specifiche e città), “Rhein-Neckar-Zeitung”.
Per la Svizzera erano invece presenti le riviste “Plaisir Gastronomie Voyage”, “Pays Neuchatelois”, “La Région Nord Vaudois”, “Où?” Magazine, “Le Frontalier” Magazine, “Sport&Loisirs”, “Swiss Beauty“ Magazine. Al Tour ha partecipato inoltre una rappresentante del Tour Operator svizzero Top Service Incoming Italy.
Il Tour ha toccato, in quattro giorni, le principali vallate dell’Ossola: dalla Valle Anzasca alla Valle Vigezzo, dall’Antigorio Divedro Formazza alla Bognanco, dalla piana del Toce con una tappa a Verbania sino a Domodossola e al Sacro Monte Calvario. Un viaggio alla scoperta dei sapori, dell’arte, della cultura, della natura e dello sport delle nostre montagne. I giornalisti, che non conoscevano la Val d’Ossola, sono rimasti affascinati da questi luoghi e dall’accoglienza ricevuta.
“Un ringraziamento particolare alla Comunità Montana delle Valli dell’Ossola, alle amministrazioni comunali, agli Uffici di Informazione Turistica che hanno supportato il lavoro del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli – conclude il presidente Longo Dorni – siamo convinti che azioni promozionali mirate come questa possano garantire risultati superiori rispetto alla partecipazione ad eventi fieristici che perdono di anno in anno la loro efficacia”.

Alla scoperta della Val d'Ossola: giornalisti della stampa svizzera e tedesca ospiti del Distretto Turistico Laghi Monti Valli

http://www.distrettolaghi.it/notizie/otto-giornalisti-della-stampa-svizzera-e-tedesca-alla-scoperta-della-val-dossola

26 / 09 / 2012

Otto giornalisti della stampa svizzera e tedesca alla scoperta della Val d'Ossola
Otto giornalisti della stampa svizzera e tedesca sono stati ospiti la scorsa settimana del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli per un educational tour, realizzato in collaborazione con la Regione Piemonte, Ceip, Comunità Montana Valle Ossola, amministrazioni locali e pro loco.


Otto giornalisti della stampa svizzera e tedesca sono stati ospiti la scorsa settimana del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli per un educational tour, realizzato in collaborazione con la Regione Piemonte, Ceip, Comunità Montana Valle Ossola, amministrazioni locali e pro loco.
Un tour fortemente voluto dal Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli per promuovere sul mercato di prossimità svizzero l'area della Val d'Ossola, offrendo ai giornalisti una panoramica della vasta offerta turistica, fruibile sia in estate che in inverno.
“La Val d'Ossola è facilmente raggiungibile da tutta la Svizzera grazie a veloci e moderni collegamenti ferriovari attraverso il tunnel del Loetchberg e del Sempione, che consentono di viaggiare da Berna a Domodossola in poco più di due ore, oppure in aereo da tutta Europa atterrando all'aeroporto di Milano Malpensa, distante poco più di 45 minuti d'auto – commenta il presidente del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli Antonio Longo Dorni – per questo motivo riteniamo, anche in un momento in cui i turisti d'Europa, causa la crisi, preferiscono raggiungere mete vicine, che i due mercati su cui ci siamo concentrati possano portare nuovi e significativi risultati in termini di presenze”.
All'educational tour hanno partecipato otto rappresentanti delle più importanti testate svizzere e tedesche.
Per la Germania erano presenti la casa editrice Baedeker Verlag (la più importante casa editrice tedesca di guide turistiche, dalla storia più lunga, già utilizzata dagli intellettuali e dai letterati tedeschi durante il loro “viaggio in Italia” nell'epoca del Grand Tour ottocentesco), le Case editrici Dumont Verlag (l'altra importante casa editrice tedesca di guide turistiche), Marco Polo Verlag, la rivista femminile Brigitte, “Schoene Bergtouren” – Das Bergsportportal/The Mountaineering Web Portal (portale tedesco dedicato ai tour in montagna), “Outdoor Ticker” - Outdoor Angebote & Aktionen (portale tedesco dedicato alle attività fuori porta), “Welt des Wintersports” – Das Wintersportportal (portale tedesco dedicato agli sport invernali), “Schoene Wanderungen” (portale tedesco dedicato alle passeggiate/escursioni in montagna), “Freizeit & Reisen” (importante portale tedesco dedicato al tema del tempo libero e dei viaggi con storie di viaggio nel mondo, in regioni specifiche e città), “Rhein-Neckar-Zeitung”.
Per la Svizzera erano invece presenti le riviste “Plaisir Gastronomie Voyage”, “Pays Neuchatelois”, “La Région Nord Vaudois”, “Où?” Magazine, “Le Frontalier” Magazine, “Sport&Loisirs”, “Swiss Beauty“ Magazine. Al Tour ha partecipato inoltre una rappresentante del Tour Operator svizzero Top Service Incoming Italy.
Il Tour ha toccato, in quattro giorni, le principali vallate dell'Ossola: dalla Valle Anzasca alla Valle Vigezzo, dall'Antigorio Divedro Formazza alla Bognanco, dalla piana del Toce con una tappa a Verbania sino a Domodossola e al Sacro Monte Calvario. Un viaggio alla scoperta dei sapori, dell'arte, della cultura, della natura e dello sport delle nostre montagne. I giornalisti, che non conoscevano la Val d'Ossola, sono rimasti affascinati da questi luoghi e dall'accoglienza ricevuta.
“Un ringraziamento particolare alla Comunità Montana delle Valli dell'Ossola, alle amministrazioni comunali, agli Uffici di Informazione Turistica che hanno supportato il lavoro del Distretto Turistico dei Laghi Monti e Valli – conclude il presidente Longo Dorni – siamo convinti che azioni promozionali mirate come questa possano garantire risultati superiori rispetto alla partecipazione ad eventi fieristici che perdono di anno in anno la loro efficacia”.

martedì 25 settembre 2012

Meteo Piemonte, piogge insistenti tra oggi e domani su Verbano ed Ossola, accumuli molto abbondanti

http://www.centrometeoitaliano.it/piemonte-piogge-forti-insistenti-domani-accumuli-abbondanti-su-verbano-ossola-25-settembre-2012/

25 settembre 2012, 10:18

A cura di Paolo Coccimiglio

Piemonte, piogge e rovesci insistenti con accumuli elevati su Verbano ed Ossola

Meteo Piemonte, piogge insistenti tra oggi e domani su Verbano ed Ossola, accumuli molto abbondanti

Con l’approfondimento della depressione sulle Isole Britanniche i venti di Scirocco, Levante ed Ostro si intensificano sulla Penisola, preannunciando piogge abbondanti. In particolare, caricatisi di umidità nel lungo scorrimento sui nostri Mari, i venti giungono sul versante meridionale delle Alpi entrando dall’Alto Adriatico e dai valichi appenninici liguri, convergendo sul Piemonte e stagliandosi contro il settore alpino meridionale, incanalandosi nelle strette vallate che si incuneano verso Nord. La situazione meteo rimarrà caratterizzata da questa particolare configurazione per molti giorni con le masse umide che rimarranno intrappolare sul Nordovest italiano ed in particolare su Piemonte e Liguria. Le piogge, iniziate da qualche minuto sull’Alto Piemonte, continueranno a rimanere attive ed ad intensificarsi gradualmente. Nella giornata di domani, mentre sulle pianure centrali e meridionali si tratterà solo di deboli fenomeni discontinui, sul settore settentrionale tra le Alte pianure del Vercellese e del Novarese, fin verso il Verbano e l’Ossola le piogge risulteranno invece più continue, a tratti anche moderate o intense. Gli accumuli potrebbero risultare abbondanti. Nella giornata di domani, infatti gli accumuli su Verbano e Ossola potranno localmente superare i 100 mm.


Tendenza Meteo Prossimi Giorni - nel corso dei prossimi giorni ci attendiamo ancora instabilità con piogge, sopratutto sul settore settentrionale della regione e sul settore confinale con la Liguria, almeno nella giornata di Mercoledì, mentre sulle Pianure il tempo risulterà nuvoloso ma con possibilità di schiarite e maggiormente asciutto. Da Giovedì-Venerdì il rialzo della pressione favorirà un miglioramento del tempo con temperature in sensibile aumento. Previsioni Meteo Piemonte domani, Martedì - cieli nuvolosi o molto nuvolosi per gran parte della giornata con addensamenti più consistenti sui settori appenninici meridionali, sui settori pedemontani e su quelli alpini, specie Graie e Lepontine. Piogge deboli ed intermittenti sulle pianure centrali e su cuneese e torinese, più frequenti lungo il settore pedemontano, su basso Alessandrino ed Astigiano e sulle Alte Pianure del Novarese e Vercellese, abbondanti sul Verbano e sul Biellese, anche intense sul settore alpino settentrionale e sulla Val d’Ossola. In serata e nottata tendenza a più ampie schiarite ad iniziare dal settore pedemontano cuneese e torinese, con cessazione dei fenomeni gradualmente sulle pianure e sul settore alpino occidentale. Temperature stazionarie o in lieve calo nei massimi, valori inferiori ai 16°C su gran parte delle pianure. Venti deboli meridionali con rinforzi sui valichi appenninici.
Per maggiori dettagli, anche sui giorni successivi consulta Meteo Piemonte

A Villadossola il wifi è gratuito: attive cinque postazioni per un uso libero di internet

http://www.ossolanews.it/ultime/index.php?option=com_content&view=article&id=6339

25-09-2012 - VILLADOSSOLA


A Villadossola il wifi è gratuito

Sono attive a Villadossola cinque postazioni per un uso illimitato e libero di internet. I punti di accesso si trovano al municipio, in piazza don Tabarini, al teatro La Fabbrica, al Parco giochi di via Zonca e nell’area antistante il campo sportivo Felino Poscio . Il Comune ha infatti aderito al progetto della Comunità Montana delle Valli dell’Ossola “Wild – Fi Ossola in rete”, che prevede la realizzazione di aree di connessione internet gratuita nei comuni aderenti all’iniziativa.  L’accesso al servizio avverrà tramite una semplice registrazione on-line da parte dell’utente, comunicando il proprio numero di cellulare. Una volta registrato potrà accedere, gratuitamente, a Internet in tutti i paesi della Comunità Montana che hanno aderito al progetto e anche in parecchie città italiane in cui è attiva la rete “Free Italia wi fi”. Il Comune per l’attivazione del servizio pagherà un canone annuo di 1000 euro il progetto globale per l’Ossola è di 34.491 euro di cui 15.000 a carico della Comunità Montana Valle Ossola.

Nuova Webcam in diretta dal Parco Naturale Alpe Veglia

http://www.caiarona.it/joomla/index.php/component/content/article/3-newsflash/172-nuova-webcam-in-diretta-dal-parco-naturale-alpe-veglia.html?tmpl=component&print=1&page=

Martedì 25 Settembre 2012, 09:37

Scritto da Redazione

Nuova Webcam in diretta dal Parco Naturale Alpe Veglia

Da Luglio sul sito Webcam.AlpeVeglia.it è disponibile una nuova Telecamera Web (Webcam) in diretta dal Parco Naturale Alpe Veglia, situato a nord del Piemonte in Alta Valle Ossola, nell'area del Passo del Sempione al confine con il Cantone Vallese della Svizzera.

La webcam scatta ogni mezz'ora una foto panoramica dell'Alpeggio, con primo piano sull'imponente Monte Leone, che con i suoi 3553 metri è la più alta cima del gruppo delle Alpi Lepontine. La foto viene poi pubblicata sul sito internet in tempo reale, dove è anche disponibile l'archivio delle foto precedenti.

Questo progetto "Webcam Alpe Veglia" nasce dalla forte passione per Alpe Veglia, Montagna e Natura - e dal desiderio di promuovere e fare conoscere questi meravigliosi luoghi di montagna del Piemonte. Il servizio è interamente ideato e realizzato (senza contributi/aiuti di enti pubblici o istituzionali) dagli amici di AlpeVeglia.it, sito internet che ha origine nell'anno 2000 da parte di un gruppo di ragazzi di Milano grandi appassionati di Alpe Veglia e Ossola.

lunedì 24 settembre 2012

Simposio su Tecnologia e Sostenibilità: I rifugi alpini del Verbano-Cusio-Ossola verso un turismo sostenibile

http://freebook.edizioniambiente.it/news/16/I_rifugi_alpini_del_VerbanoCusioOssola_verso_un_turismo_sostenibile_al_Simposio_su_Tecnologia_e_Sostenibilita

24 Settembre 2012


“I rifugi alpini del Verbano-Cusio-Ossola verso un turismo sostenibile” al Simposio su Tecnologia e Sostenibilità


“I rifugi alpini del Verbano-Cusio-Ossola verso un turismo sostenibile” partecipano al 18th IGWT Symposium “Technology and Innovation for a Sustainable Future: a Commodity Science Perspective”.
Il 18th IGWT Symposium “Technology and Innovation for a Sustainable Future: a Commodity Science Perspective”, che riunisce a livello internazionale i ricercatori che operano nel campo delle Scienze Merceologiche, quest’anno è dedicato ai temi della tecnologia e dell’innovazione per un mondo sostenibile.
In occasione dell’evento organizzato a Roma dal 24 al 28 settembre 2012, si terrà l’intervento “V.E.T.T.A. Project: a methodology to characterize the mountain hut and its management for a sustainable tourism” (a cura di Riccardo Beltramo, Stefano Duglio, Sergio Margarita), una prima anticipazione sulla pubblicazione “I rifugi alpini del Verbano-Cusio-Ossola verso un turismo sostenibile” che sarà disponibile su FreeBook Ambiente a partire dal 10 ottobre 2012.

Ossola: 'Zona franca montana'


http://bendottigermano.blogspot.it/2012/09/ossola-zona-franca-montana-regionale_15.html

trovato il 24/Set/2012

Ossola: 'Zona franca montana'

Germano Bendotti

Nel dibattito sulla riorganizzazione degli enti locali mi pregio formulare  questa proposta, che necessita di approfondimento, ma oltre ragionevole dubbio puo’ essere sviluppata in ambito regionale. Molti paesi e Regioni in Europa utilizzano questo strumento con risultati soddisfacenti,la stessa vicina confederazione elvetica , ha instaurato un sistema che incentiva gli investimenti in alcune zone, mi domando per quale  motivo che non possiamo farlo pure noi.
Considerato che risulta attualmente in itinere il dibattito , la riorganizzazione delle Province  potrebbe essere occasione per  inserire questa proposta , per dare continuita’  e rilanciare  temi che purtroppo ad oggi non siamo riusciti a concretizzare nonostante la cosidetta “specificita’ montana”  del nostro territorio, al proposito  ritengo importante che le zone montane da sempre indicate marginali ,con problematiche differenti e maggiormente preponderanti che altre realta’,(la nostra val d'ossola e' li a ricordare)  possano avere anch’esse  attenzione, pertanto risulta importante tentare di dare risposte che portino a realizzare progetti che possano essere toccati con mano ,proporre a queste aree misure importanti puo’ essere da volano per recuperare  quella credibilità oggi offuscata dal qualunquismo e dall’antipolitica diffusa, la realta’ ossolana nel nostro caso , se non incentivata e sorretta con un percorso alternativo  e differenziato all’interno di questa riforma temo possa  incontrare ulteriori difficolta’, la proposta di istituire UNA ZONA FRANCA MONTANA, nel territorio OSSOLANO  puo’ rilanciare le aspettative  , oltre che dare beneficio economico ,attrarre interesse ed essere volano anche per le  popolazioni del lago  maggiore ma non solo.
 Detto questo… “Molte zone montane  della nostra regione presentano fenomeni di marginalità e di crisi economica, di disagio sociale e di calo dell’occupazione, di spopolamento e di ineguaglianza di condizioni e opportunità rispetto alla maggior parte delle aree urbane e della pianura . Poiché l’impianto normativo comunitario e nazionale consente, in linea di principio, di prevedere l’istituzione di Zone Franche , sul modello delle Zone Franche Urbane e delle Zones de Revitalisation Rurale francesi, nelle quali prevedere agevolazioni fiscali e incentivi in grado di attrarre investimenti di capitale e sostenere le imprese, è necessario, di fronte alla crisi congiunturale che interessa anche ed in misura importante  le nostre montagne, si intervenga con strumenti nuovi ed efficaci  Propongo , quindi, con un percorso appropriato e la necessaria volonta’ politica di istituire in Piemonte  delle zone franche Montane e nello specifico anche nella Val d’ossola  ,Zone Franche Montane regionali per sostenere imprese e occupazione, per attrarre nuovi investimenti e per tutelare e rilanciare l’artigianato, il commercio di vicinato e agricoltura e la tradizione enogastronomica che rappresentano veri e propri “presidi sociali” da conservare”.

venerdì 21 settembre 2012

Quasi un miliardo per ampliare la ferrovia del San Gottardo: cospicuo investimento per favorire il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia

http://www.tio.ch/Ticino/Politica/News/699819/Quasi-un-miliardo-per-ampliare-la-ferrovia-del-San-Gottardo


21/09/2012, 11:10  *  SVIZZERA, TICINO

Quasi un miliardo per ampliare la ferrovia del San Gottardo
Cospicuo investimento per favorire il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia


BERNA - L'infrastruttura ferroviaria sull'asse Basilea-San Gottardo-Chiasso deve essere ampliata per favorire il trasferimento del traffico dalla strada alla rotaia. Il Consiglio federale ha proposto oggi lo stanziamento di 940 milioni di franchi in modo da rendere possibile il trasporto di semirimorchi con una sagoma di carico di quattro metri.
I provvedimenti - finanziati tramite il Fondo di finanziamento dei trasporti pubblici (FTP) e il futuro Fondo per il finanziamento e l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria (FAIF) - interessano anche la linea di Luino e comprendono il prefinanziamento delle misure lungo le tratte di accesso in Italia, si legge in una nota odierna dell'Ufficio federale dei trasporti.

Foto Ti-Press
La ferrovia è già in grado oggi di trasportare semirimorchi lungo l'asse del Lötschberg-Sempione. Anche se la sagoma limite delle nuove gallerie di base del San Gottardo e del Ceneri è sufficiente, le tratte di accesso a nord e a sud presentano ancora vari ostacoli.

Gli interventi maggiori riguardano la costruzione della nuova galleria del Bözberg nel canton Argovia. Tra Basilea e Chiasso e sulla linea di Luino fino a Ranzo si dovranno ampliare diverse gallerie e adeguare pensiline, linee di contatto, impianti segnaletici e sovrappassaggi.

Ats

giovedì 20 settembre 2012

Tour in Piemonte alla scoperta del Distretto dei Laghi con il territorio della Valle d’Ossola

http://www.enit.it/it/appuntamenti-enit/icalrepeat.detail/2012/09/19/1253/25%7C23/educational-tour-per-trade-e-stampa-in-piemonte-alla-scoperta-del-distretto-dei-laghi.html

trovato in data 20/09/2012

Appuntamenti ENIT

Educational Tour per Trade e Stampa in Piemonte alla scoperta del Distretto dei Laghi

Da Mercoledì, 19 Settembre 2012
A Domenica, 23 Settembre 2012

Lago Maggiore ph G Parazzoli Archivio Distretto Turistico dei Laghi


L’ENIT di Zurigo collabora con Il Distretto Turistico dei Laghi , riconosciuto dalla Regione Piemonte quale Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica per l’ambito turistico che comprende il Lago Maggiore, il Lago d’Orta, il Lago di Mergozzo e le Valli dell’Ossola, per la realizzazione di un educational tour rivolto a stampa e trade con lo scopo di promuovere presso il mercato svizzero il territorio della Valle d’Ossola e la sua vasta offerta turistica che permette soggiorni di vacanza sia nella stagione estiva che invernale.

Con oltre tre milioni di presenze l’anno, per oltre il 70% straniere, l’area del Distretto Turistico dei Laghi è la destinazione turistica internazionale più importante del Piemonte.
Il ricco programma dell’educational della durata di 5 giorni (19/23 settembre) si pone l’obiettivo di far conoscere le valli dell'Ossola, l'offerta sportiva, l'enogastronomia e la cultura del territorio alpino, con tappe nel Parco Nazionale Val Grande, l'area wilderness più vasta d'Europa, presso la Cascata del Toce, sui 3.000 metri del Monte Moro a Macugnaga fino a scoprire la storia e l'arte di Domodossola con il "Borgo della cultura" e le collezioni di Palazzo San Francesco, nonché i musei walser e il museo del Paesaggio di Verbania, il trenino a trazione elettrica delle Centovalli e l’affascinante lago Maggiore.

Corso avanzato di fotografia nel Parco Veglia Devero

http://www.discoveryalps.it/7567,Evento.html

scoperto in data 20/set/2012


Attività didattica/formativa
Corso avanzato di fotografia nel Parco Veglia Devero

Nello splendido Parco Veglia Devero è in programma un corso avanzato di fotografia con il fotografo ossolano Roberto Bianchetti. Il corso prevede un'introduzione alla fotografia di paesaggio, uscite fotografiche pratiche, prova dell’attrezzatura, tecniche post produzione digitale e una presentazione portfolio con le migliori immagini per ogni autore.

Il corso ha una durata di tre giorni e rappresenta una vera e propria “full immersion” nella natura e nella fotografia nel clou della stagione autunnale nel Parco Naturale dell’Alpe Devero.


Alpe Devero - Baceno (VB), da Venerdì, 12 Ottobre 2012 a Domenica, 14 Ottobre 2012
Organizzatore: Roberto Bianchetti fotografo

La lunga calda estate della politica montana

http://www.montagnaonline.com/index.php/129-lettere-al-direttore.html


scoperto in data 20/09/2012

La lunga calda estate della politica montana

Gentile direttore,
quella appena trascorsa sarà forse ricordata come la lunga estate calda della politica montana.
Complice la sedimentazione dei provvedimenti governativi che in questi anni hanno colpito le terre alte, la fine dell’esperienza governativa del centro destra con la crisi della Lega Nord e le difficoltà dei partiti di massa, gli interventi di riordino provinciale e l’inevitabile campagna elettorale ormai alle porte, il territorio alpino italiano è stato oggetto in questi ultimi mesi di un fiorire spontaneo di iniziative politiche. Se partiamo da quelle “strutturate”, di certo la più articolata è quella che riporta a Lorenzo Dellai, presidente della Provincia Autonoma di Trento e leader dell’Unione per il Trentino. Lo start di Dellai è avvenuto a Chivasso lo scorso 9 giugno, quando si sono trovati a raccolta Upt, Alpe, di cui dirò fra poco, e il movimento ladino. Anche se al momento non ha coinvolto le due “corazzate” politiche dell’arco alpino, la SudTiroler Volks Partei e l’Union Valdotaine, l’intento di Dellai, peraltro salutato con favore qualche giorno fa anche da Enrico Letta a Vedrò, sembra preciso: costruire una credibile offerta politica alpina sulle ceneri della crisi della Seconda Repubblica. Ma il presidente trentino non è il solo ad aver alzato la bandiera della specificità alpina. Sotto lo stesso cappello, anche la Lega Nord del nuovo corso voluto da Roberto Maroni ha imbastito una linea di azione politica attorno alla questione della “macroregione alpina”, il patto tra le 27 regioni europee delle Alpi attraverso il quale orientare la programmazione 2014-2020 dell’Ue. E fin qui i partiti politici. Sullo sfondo, invece, la nascita di movimenti culturali che in molti casi non sono così diversi da veri e propri movimenti politici. E’ il caso dell’”Alpe”, la formazione nata da una costola dell’Unione Valdotaine alcuni anni fa e che registra la presenza di personaggi come l’ex presidente del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta, Robert Louvin, l’ex presidente della Giunta Regionale e senatore Carlo Perrin e l’ex presidente dell’Uncem Valle d’Aosta Giuseppe Cerise. E non è tutto. A Belluno, coagulato attorno al disagio seguito al fallimento della proposta leghista di far diventare questo territorio provincia autonoma culminato addirittura nella soppressione dell’amministrazione provinciale, è nato il BARD-Belluno Autonoma Regione Dolomiti. Un movimento con tanto di tesseramento e referenti di vallata, che interviene nel dibattito locale come un vero e proprio partito politico. Se da Belluno si salta in Val Camonica la musica non cambia. Nella valle dei Camuni, infatti, agosto è stato il mese della fondazione ufficiale del “Movimento dei popoli Alpini di Valle Camonica”, realizzato con atto notarile a Ponte di Legno. Promotori dell’iniziativa il presidente della Comunità Montana e BIM di Valle Camonica Corrado Tomasi e portavoce del movimento, i sindaci Vittorio Marniga di Edolo, Mario Bezzi di Ponte di Legno, Oscar Panigada di Pisogne e Sando Farisoglio di Breno. Tema di lavoro “classico”: raggiungere obiettivi concreti con più autonomia nella gestione delle risorse del territorio. Tomasi non fa mistero di aver come chiaro riferimento il modello di sviluppo del Trentino, soprattutto per la questione della gestione delle grandi risorse del settore di sfruttamento idrico per la produzione di energia elettrica che in Valle Camonica, se gestito direttamente, rappresenterebbe fonte di maggior ricchezza. Echi che si risentono anche tra la Valtellina e le Orobie, dove l’ex presidente della provincia di Sondrio Enrico Dioli ha lanciato l’associazione “Valtellina nel futuro”, richiamando a raccolta numerosi sindaci delle aree montagne di Sondrio, Bergamo, Lecco e Brescia. E neanche il Piemonte è esente dalla fibrillazione che sembra aver colpito l’arco alpino. È il caso della Val d’Ossola, dove attorno al tema della fine della esperienza provinciale del Verbano Cusio Ossola si è coagulata nella Comunità Montana Valli dell’Ossola retta da Giovanni Francini (Pdl) una maggioranza inedita Pdl-Pd-Lega Nord che sotto lo slogan “Una Valle per 38 campanili” riecheggia in chiave moderna e piuttosto esplicita i contenuti dell’antica “Unione Ossolana per l’Autonomia-UOPA”, anche qui ancorandosi ai temi dell’acqua e dell’energia come elemento di coagulo territoriale. E ancora voglio citare il caso della recente “associazione Alte Terre”, fondata a San Damiano Macra, in Val Maira nel Cuneese e presieduta da Giorgio Alifredi, con l’ex presidente della Comunità Montana Val Maira Mariano Allocco in funzione di segretario. Anche in questo caso obiettivo principale è ribadire la centralità dell’uomo che vive le Alte Terre, sostenendo forme di autogoverno locali per l’amministrazione del territorio. Dove porterà tutta questa effervescenza alpina è presto per dirlo. Resta per ora al nord il grande movimento, a cui fa da contrappunto il silenzio degli Appennini.

Enrico Borghi Presidente Uncem



mercoledì 19 settembre 2012

Domodossola punta sul turismo ecologico con le biciclette "condivise" (bike sharing)

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/17879/

DOMODOSSOLA

19.09.2012 - SERVIZIO DI BIKE SHARING

Domodossola punta sul turismo ecologico con le biciclette "condivise"


Saranno allestite delle postazioni alla stazione e all’ospedale

FRANCESCA ZANI
Il bike sharing, ovvero il servizio di biciclette pubbliche da noleggio, arriva anche a Domodossola. Due le postazioni che saranno collocate l’anno prossimo, in zona stazione e vicino all’ospedale. Il servizio, gestito dalla società Lepontina, attualmente include il tratto compreso tra Druogno e Re, in valle Vigezzo, fino a Locarno, dove, dopo aver effettuato la discesa delle Centovalli, gli utenti possono lasciare le bici al deposito di Ponte Brolla e la Fart (compagnia che gestisce le ferrovie ticinesi) si occupa di riportarle in Italia.
Per usufruire del bike sharing è indispensabile munirsi di una tessera ricaricabile da 5, 10 o 20 euro, rilasciata in seguito al pagamento di una cauzione di 10 euro che include il lucchetto. 

lunedì 17 settembre 2012

A Beura nasce il museo dei latticini nella vecchia latteria turnaria: storia del formaggio dalla preistoria, lavorazioni del latte dalla mungitura al formaggio finito

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/17696/

BEURA CARDEZZA
17.09.2012 -

A Beura nasce il museo dei latticini


Il museo dei latticini nella vecchia latteria turnaria



L'esposizione è stata realizzata nella vecchia latteria turnaria

FRANCESCA ZANI

La latteria turnaria di Beura ha rappresentato, dal 1926 fino agli Anni 80, il punto di riferimento economico e sociale della zona con cento soci coinvolti nella gestione e nella produzione di formaggi.

Ieri l’antica struttura ha ripreso vita, diventando un museo dedicato alla lavorazione del latte. Paolo Lampugnani, presidente dell’associazione Musei dell’Ossola, ha curato l’allestimento e spiega: «Abbiamo tre percorsi: il primo relativo alla storia del formaggio, dalla preistoria, il secondo dedicato alla lavorazione del latte e il terzo che include piccoli giochi che spiegano le varie lavorazioni dalla mungitura al formaggio finito». Sui giochi, simulando il procedimento di lavorazione della panna, appaiono scritte con le spiegazioni; è stata poi ricostruita la sala per la stagionatura del formaggio e girando le finte forme esposte si scopre la storia del latte. Concludono il percorso installazioni luminose per riempire, tramite pulsanti, gli scaffali vuoti, riproponendo così il processo di conservazione dei prodotti caseari. Il museo sarà inserito in una rete più ampia che include tutte le strutture ossolane custodi di testimonianze del passato rurale.

Galleria Fotografica completa: 
http://mm.lastampa.it/multimedia/verbano-cusio-ossola/lstp/25509/

Sacro Monte Calvario di Domodossola: presentata la mostra dei bozzetti delle opere di arte contemporanea che saranno allestite lungo il percorso tra Piemonte e Svizzera dedicato a Geo Chavez

http://www.quotidianopiemontese.it/2012/09/17/al-sacro-monte-calvario-di-domodossola-arriva-larte-contemporanea/#.UFhA_MU5LMY


17 settembre 2012

Autore: Erica Gardella

Al Sacro Monte Calvario di Domodossola arriva l’arte contemporanea

Sabato 15 al Sacro Monte Calvario di Domodossola è stata presentata la mostra dei bozzetti delle opere di arte contemporanea che saranno allestite lungo il percorso tra Piemonte e Svizzera dedicato a Geo Chavez.  La mostra è una delle tante che verranno allestite in tutti i comuni che partecipano all’iniziativa, lungo il percorso che il famoso aviatore di origine peruviana fece all’inizio dello scorso secolo per valicare le alpi con un velivolo per la prima volta nella storia.

Tra Domodossola e Briga,in 8 diversi comuni,  verranno realizzate ben 13 opere, lungo un unico percorso outdoor  che sarà completato a partire dalla fine di ottobre. Ogni opera è stata realizzata pensando alla figura di Chavez, agli ideali che lo hanno portato a realizzare le sue grandi imprese e a ciò che la sua vita rappresenta al giorno d’oggi. Inoltre, le opere di arte contemporanea sono state realizzate per essere incorporate in modo consono con il paesaggio e il territorio. Saranno disponibili guide e cartine per seguire il percorso della mostra d’arte , la seconda al mondo che per essere vista per intero è necessario passare il confine tra due Stati.

Al Vernissage di presentazione della mostra dei bozzetti erano presenti molte autorità, tra cui il senatore Walter Zanetta che si è detto “soddisfatto per la possibilità di valorizzare culturalmente in territorio dell’Ossola”. Erano inoltre presenti Michele Marinello del Consiglio Regionale felice per la riuscita dell’opera e del buon uso dei finanziamenti europei per la cultura, l’Assessore alla cultura della Provincia del VCO Claudio Cottini,il presidente del Distretto Turistico Laghi e Monti Antonio Longo Dorni, la presidente del GAL Maria Lorenzoni e i rappresentanti dei Comuni coinvolti nel progetto.

La presentazione della mostra e dei bozzetti  è stata curata da Paolo Lampugnani, presidente dell’Associazione Musei Ossola , che è anche l’ante che maggiormente ha lavorato per la realizzazione di questo ambizioso progetto, difficile sia per la complessità dell’opera ma sopratutto per le implicazioni che comporta:  mettere d’accordo enti locali, enti statali, artisti, commissioni, opinione pubblica e molto altro ancora è stata la vera impresa da realizzare per portare a termine questo percorso.

Il Sabato del Villaggio a Domodossola: un grande successo, che sta richiamando pubblico non solo dal VCO, man anche dalla Svizzera e dal milanese


http://www.quotidianopiemontese.it/2012/09/17/il-sabato-del-villaggio-a-domodossola-un-grande-successo/#.UFhA-8U5LMY

17 settembre 2012

Autore: Erica Gardella

Il Sabato del Villaggio a Domodossola: un grande successo

Grande successo per il nuovo mercato/evento a Domodossola: il Sabato de Villaggio. Grazie all’impegno del Consorzio Ossola Laghi e Monti e alla disponibità degli enti e dei produttori locali, nasce un nuovo grande progetto che sta richiamando pubblico non solo dal VCO, man anche dalla Svizzera e dal milanese. Due piazze storiche della città, Piazza Chiossi e Piazza Fontana, ospitano un grande mercato di splendide casettine  in legno. Gli espositori sono tutti produttori locali che offrono prodotti tipici di alta  qualità.

Anche il pubblico ha accolto positivamente questa novità: moltissimi erano presenti al primo appuntamento, il 25 Agosto, ma ancora più numerosi si sono presentati  alla seconda data del calendario, il 15 settembre. Grande soddisfazione quindi sia per gli organizzatori, che hanno creduto nelle grandi potenzialità delle produzioni enogastronomiche locali come attrattiva per il turismo, per gli espositori, che hanno avuto un ottimo risultato sia in termini di vendite che di pubblicità.
Chi era presente che potuto assaggiare ed acquistare ottimi prodotti locali: formaggi, salumi, vini,pasta,  dolci, pane, biscotti, tisane, miele, confetture, manufatti in legno e molto altro ancora. Ad ogni data inoltre è prevista una dimostrazione di come si prepara uno dei prodotti in vendita. Questa volta è stato il turno degli gnocchi: sono stati preparati al momento e serviti appena fatti! Altre sorprese attendono il  pubblico per le prossime date, il 29 settembre e il 13 ottobre.

domenica 16 settembre 2012

Mostra Geo Chavez al Calvario Domodossola: tredici bozzetti che coinvolgono otto Comuni lungo Valle Divedro e la via per il passo del Sempione (Domodossola, Crevoladossola, Varzo, Trasquera, Gondo, Simplon Dorf, Riedbrig, Briga)

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/17674/


DOMODOSSOLA
16.09.2012 -

L'arte contemporanea sulla via di Geo Chavez

I bozzetti delle opere sono esposti nella sala Gaddo del Calvario

Al Calvario inaugurata la mostra con i bozzetti delle opere che saranno poste all'aperto

FRANCESCA ZANI
Una mostra di disegni e bozzetti che presenta il percorso all’aria aperta di arte contemporanea lungo l’antica via del Sempione. E’ la mostra che è stata presentata ieri nella sala Gaddo del Sacro monte Calvario di Domodossola. L’esposizione rimarrà aperta il sabato e la domenica fino al 13 di ottobre e offre un assaggio di quella che sarà l’installazione comprendente opere moderne di tredici artisti italiani e stranieri da Domodossola a Briga.

L’itinerario è la terza e ultima parte del progetto interreg «Geo Chavez, di tanti uno solo» che include anche la teca commemorativa nel cortile delle scuole Don Milani e la riqualifica della piazza dedicata all’aviatore peruviano. I tredici bozzetti esposti nella sala Gaddo offrono un’idea dell’operazione artistica che coinvolgerà otto Comuni (Domodossola, Crevoladossola, Varzo, Trasquera, Gondo, Simplon Dorf, Riedbrig e Briga) lungo la valle Divedro e il passo del Sempione. La fantasia degli artisti coinvolti, liberi di scegliere materiali e dimensioni, ha dato vita a lavori innovativi legati alla tematica del volo, in ricordo del trasvolatore peruviano, ma anche del passaggio tra due Paesi e tra i confini, reali o immaginari, che l’uomo ha sempre cercato di valicare. Nascono così progetti di enormi pennoni che sorreggono bandiere segnavento in alluminio, cerchi di luce proiettati sull’acqua, grossi specchi, sculture, ponti sospesi, caricature e immagini stilizzate, che porteranno un messaggio e una traccia di novità in ognuno dei luoghi coinvolti.

Il progetto, a cui fa capo l’Associazione musei dell’Ossola, ha un costo di realizzazione di circa 70 mila euro e gli artisti sono stati scelti attraverso un’accurata selezione che coinvolge anche esperti dell’associazione culturale Asilo Bianco di Ameno e della Fondazione Pierre Gianadda di Martigny.

Questi gli artisti coinvolti: Mario Airò (Italia), Enrica Borghi (Italia), Sarah Ciracì (Italia), Piero Gilardi (Italia), Olivier Estoppey (Svizzera), Isola e Norzi (Italia), Etienne Krahenbuhl (Svizzera), Marguerite Kahrl (Usa), Kaarina Kaikkonen (Finlandia), Marco Magrini (Italia), Love Difference – Michelangelo Pistoletto (Italia), Antonello Ruggieri (Italia) e Uli Wirz (Svizzera).

Corsa in montagna a staffetta: a Domodossola gara nazionale

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/17702/


DOMODOSSOLA
16.09.2012 -

Corsa in montagna a staffetta, a Domodossola successo dei toscani

I toscani dell'Orecchiella Garfagnana che hanno vinto a Domo

Quarto posto della Caddese, che conquista il titolo regionale

VALERIA MATLI
Vittoria toscana nella gara nazionale a staffetta di corsa in montagna di Domodossola. Prima l’Orecchiella Garfagnana (Paolo Gallo, Jean Baptiste Simuneka e Gabriele Abate). Quarto posto per la Caddese di Crevoladossola che ha conquistato il titolo regionale: la squadra era composta da Marco Martinella, Stefano Trisconi e Alberto Gramegna. Tra le donne vittoria assoluta e primato piemontese per la podistica Valle Varaita con Maria Laura Fornelli e Elena Maria Bagnus.

sabato 15 settembre 2012

I ghiacciai si sciolgono e cambiano i confini: al lavoro una commissione italo-svizzera per cambiare le mappe geografiche

http://edizioni.lastampa.it/vco/articolo/lstp/17572/


VERBANIA
15.09.2012 -

I ghiacciai si sciolgono e cambiano i confini

Negli Anni Quaranta una modifica interessò il passo del Gries

Al lavoro una commissione italo-svizzera per cambiare le mappe geografiche

TERESIO VALSESIA
I ghiacciai si sciolgono e modificano la linea di confine fra Italia e Svizzera.  Per questo sta operando una commissione mista presieduta da Giovanni Petrosino, che si è detto soddisfatto dei lavori preliminari e delle intese già raggiunte grazie alle operazioni condotte con la massima riservatezza dalle due delegazioni. Rimane da definire il nodo più eclatante, ossia la linea di demarcazione della «Testa Grigia», nel gruppo del Monte Rosa, fra Cervinia e Zermatt, dove la conformazione geografica è cambiata a causa dello scioglimento del ghiacciaio.

In passato sono già state attuate delle rettifiche. Una delle più note riguarda quella degli Anni 40 che ha interessato la capanna Regina Margherita, a 4554 metri, sulla Punta Gnifetti del Monte Rosa. In Val d’Ossola venne pure adottata una correzione sul Passo del Gries, fra Formazza e Ulrichen, e sul Pizzo dell’Omo, fra la valle di Zwischbergen (Gondo) e Trasquera. Piccole rettifiche per seguire fedelmente lo spartiacque.

La sezione del Cai di Cuorgnè organizza, per domenica 23, una gita cicloturistica ad anello in Valle Ossola

http://www.localport.it/eventi/notizie/notizie_espansa.asp?N=90374


15/09/2012 * Tempo libero

di Francesca Dighera

A passeggio con il Cai vero la Valle Ossola

La sezione del Cai di Cuorgnè organizza, per domenica 23, una gita cicloturistica ad anello in Valle Ossola

Si tratta di un itinerario piacevole di 65 chilometri, prevalentemente pianeggiante, in una terra di confine, che può essere percorso da qualsiasi socio purché disponga di un minimo di allenamento. Parcheggiate le auto si percorreranno i primi 12,5 chilometri e si farà una sosta in uno dei più bei borghi del Piemonte: la storica località di Vogogna. Nel centro si potrà visitare l’antico palazzo Pretorio edificato nel 1348, il Castello visconteo del XIV secolo, il palazzo del Gabelliere antico di 600 anni.

Ripreso l’itinerario si raggiungerà Pallazeno, poi Villadossola dove è prevista una breve sosta alla chiesa di S Bartolomeo che rappresenta un esempio ben conservato di stile romanico del XII secolo. Percorso ancora qualche chilometro ci si sposterà su una bella ciclabile che termina a Domodossola, meta del pranzo al sacco. Ripercorrendo la ciclabile verso Villadossola si attraverserà il "Villaggio Sisma", una volta riservato alle famiglie degli operai impiegati nell'industria siderurgica locale. Fiancheggiando la montagna si raggiungerà Piedimulera per poi dirigersi verso Ornavasso.

Il programma prevede la partenza alle 7.30 in auto da Cuorgnè, il ritrovo al casello dell’autostrada di Ivrea alle 8. Si consiglia una city bike o una mountain bike.

giovedì 13 settembre 2012

In mostra i formaggi di montagna, Asiago ospita "Made in Malga": presenti anche i Produttori della Val d'Ossola

http://www.italiaatavola.net/articoli.asp?cod=27213

13/09/2012, 11.53.00 * ALIMENTI > LATTICINI E UOVA


Asiago ospita "Made in Malga"
In mostra i formaggi di montagna
Al Golf Club di Asiago, il 22 e 23 settembre, si terrà l'anteprima di Made in Malga, evento che sarà poi riproposto nel 2013 al grande pubblico in uno spazio più ampio. Un'occasione per degustare formaggi di montagna e prodotti tipici dell'Altipiano. Ecco le malghe e caseifici di montagna presenti
ll 22 e 23 settembre 2012 presso il Golf Club di Asiago, in provincia di Vicenza, prenderà vita l’anteprima della manifestazione “Made in Malga”, che verrà poi riproposta il prossimo anno al grande pubblico in uno spazio di maggiori dimensioni. L’evento, organizzato da Guru del Gusto In collaborazione con il Consorzio di tutela del formaggio Asiago Dop, vuole fare scoprire il vero sapore dei formaggi di montagna italiani. Non mancheranno le birre e i vini di montagna.

All’interno di questa anteprima sarà possibile trovare: formaggi di malga in assaggio nelle postazioni, con la presenza dei produttori; premiazione del “miglior formaggio Asiago vecchio e stravecchio di malga Dop” e premio speciale “Asiago prodotto della montagna Dop”; degustazioni guidate da esperti, in abbinamento a birre artigianali di montagna e vini prodotti ad alta quota; cene con chef della montagna e di fama internazionale; iniziative e degustazioni nelle malghe dell’Altopiano di Asiago e iniziative nei ristoranti dell’Altipiano.

Malghe e caseifici di montagna a Made in Malga

  • MALGA PORTA MANAZZO Località Porta Manazzo, Asiago (VI)
  • MALGA VERDE Conco (VI)
  • MALGA LARICI Località Larici Asiago (VI)
  • MALGA PUSTERLE Localita' Ghertele Asiago (VI)
  • MALGA I LOTTO VALMARON El Tabaro - Enego (VI)
  • CASEIFICIO FINCO - Enego (VI)
  • AZ. AGRICOLA WAISTER - Canove di Roana (VI)
  • CASEIFICIO PENNAR - Asiago (VI)
  • LE SAPALET Rossinière (CH)
  • MALGA LAGO DELLA CASERA - Valtellina (SO)
  • MALGA TRELA Parco Nazionale dello Stelvio - Alta Valtellina (SO)
  • MALGA PIAN BRES Località Pian Bres - Donato (BI)
  • ALPEGGIO GRANGE NOLLO e GRANGE BIJOI - Castelmagno (CN)
  • PRESIDIO MONTE VERONESE - Monti Lessini (VR)
  • MALGA SAN GIACOMO - Prato Carnico (UD)
  • MALGA LOSA - Comune di Ovaro (UD)
  • MALGA MURE – Paderno del Grappa (TV)
  • PRODUTTORI DELLA VAL D’OSSOLA - Verbania


PRODUTTORI DELLA VAL D’OSSOLA 
Az. Agr. DELLA PIAZZA MARINA Trontano (VB). In degustazione: Toma Alpe Monscera (Ossola) 
Az . Agr. PORTA LAURA - Malesco, VB in degustazione: Toma Alpe Cortina (Val Vigezzo) 
Famiglia OLZERI In degustazione: Toma Alpe Crampiolo (Devero) 
Area di confine tra Piemonte e Lombardia, le valli ossolane e con esse la Val Grande. Antica è la tradizione casearia, documentata addirittura prima dell'anno Mille. Molto interessanti l'Ossolano d'Alpe (a latte intero) e l'Ossolano o Mezzapasta o Spress (a latte parzialmente scremato). Ottimi anche i formaggi caprini. L'allevamento delle capre, che per almeno otto-nove mesi all'anno avviene al pascolo, è importante anche per la carne e per i salumi. 
Rappresentati da: La Casera di Eros Buratti 


Pochi piatti per veri intenditori tra i fascinosi silenzi del lago di Lugano: Formaggi anche piemontesi, da Cuneo alla Val d'Ossola

http://www3.lastampa.it/cucina/sezioni/dove/i-ristoranti/articolo/lstp/468446/

I RISTORANTI
13/09/2012 -

Agnello affumicato e tiramisù


Pochi piatti per veri intenditori tra i fascinosi silenzi del lago di Lugano

Dodici anni fa ci volevano 250-300 mila lire per mangiare in questo angolo svizzero di Paradiso; oggi le cose non sono cambiate troppo anche perché il cambio tra franco svizzero ed euro è quasi alla pari. Siete arrivati qua per turismo, tra case lussuose, nascoste tra boschi-giardino, appollaiate in posizione paradisiaca sul lago di Lugano, oppure avete la residenza svizzera (come Mina, emblema del Tricolore ma con la casa saggiamente rifugiata tra il cioccolato e la banche) o siete venuti da queste parti per sapere come fare a investire il vostro denaro, magari guadagnato con il sudore della fronte, lavorando ore e ore alla catena di montaggio. O magari, semplicemente, avete varcato la frontiera non per depositare i vostri 10 euro nei forzieri locali come fa da sempre tutta la mafia del mondo, ma per godervi un paio di ore, una giornata, un fine settimana indimenticabile in uno dei posti più belli che io conosca (e ad un'ora di macchina da Milano).
L'antica bassa storica villa si allunga nel prato e nel silenzio appena sopra il centro di Lugano; il facchino vi verrà incontro per prendere le vostre valigie e rimessarvi la macchina, e voi potrete rilassarvi in una delle poche, grandi e raffinate stanze di questo Relais & Chateaux. Oppure potrete passare qualche ora al sole, magari ancora un poco tiepido, mollemente sdraiati nei raffinati e ben preparati lettini, meta anche di giovani rampolli, figli della finanza locale che qui trovano rifugio con 50 euro al giorno.
Poi, secondo i gusti e la temperatura, il pranzo e la cena, il banchetto di 80 persone o la cenetta romantica in due si fanno nella Limonaia, o nelle raffinate salette del ristorante aereo, o nell'indimenticabile paradisiaca terrazza da cui godrete la vista del lago che, di sera, si copre, quasi fosse un presepe, delle luci delle mille case di Lugano e dintorni. Un grande direttore di sala di origine italiana (Claudio Recchia) coordina il servizio quasi sempre perfetto di un agguerrito e numeroso manipolo di giovani che portano a tavola le squisite raffinatezze di taglio italiano di un ottimo cuoco che è qui da sempre, Dario Ranza.
Si comincia con l'offerta di un assaggio di terrina di salmone con polenta, con la composizione di agnello affumicato e poi potete passare ad un variegato menu, non sterminato ma assortito ed adatto ad ogni gusto: dal fragrante crudo di pesci e crostacei al succulento abbinamento di testina e coda di vitello, dal risotto al pesto leggero e scampi al meraviglioso piccione di Bresso arrosto con purea di fagioli cannellini all'olio extra vergine. Formaggi anche piemontesi (da Cuneo alla Val d'Ossola) e dolci da non perdere (come tutto il resto): tiramisù alle fragole, gelato alla vaniglia, panna cotta. Grande cucina in un posto per grandissime occasioni.
voto15,5/20
raspelli@tin.it